.
Annunci online

politicattiva se insistiamo ce la facciamo
3 gennaio 2013

L'Artiglio

Annichilire Monti e i Montiani
Questa deve essere la parola d'ordine. Cari amici e lettori, il maestrino Monti,scopre le carte e attacca le parti sociali. Forte del Gran Casinò delle borse internazionali ( non si dice,appunto, giocare in Borsa?) punta l'accento verso chi difende il lavoro, la sanità, la scuola e la piccola e media imprenditoria. Caronte ha tuonato : Guai a voi anime prave, non isperate giammai veder lo cielo...!
Cari amici e lettori, la partita si fa pesante; l'intenzione del maestrino è già stata dichiarata: affossare la sanità pubblica, mortificare la nostra economia e togliere ogni speranza ai nostri figli. Cari lettori dovete sapere che il mestrino ( già consulente del corrotto ex Ministro DC Paolo Cirino Pomicino - Tangenti Enimont e fondi neri ENI), in qualità di Presidente della Bocconi ha gestito tutta la ideologia culturale del nuovo assetto aziendale della Sanità ( DRG, pazienti divenuti clienti, dimissioni precoci e liste d'attesa). Questa sanità che, oggi, Lui dice di voler combattere perchè corrotta e costosa. Questo individuo e ciò che lui rappresenta si deve considerare alla stregua di un pericolo sociale. Fate uno sforzo , mettete da parte i sentimenti d'appartenenza e puntate all'obbiettivo. Dare un voto alle prossime elezione che definisca un segnale forte a queste lobby è vitale... Annichilire il Montismo e i partiti che lo sostengono. Considerato che il Partito Democratico sarà il prossimo partito di maggioranza è necessario che non cada nel ricatto del montismo. Attenzione al voto del Senato, convergere i voti sul PD. Sarà bene accetto, alla Camera il voto di dissenso. Non fate errori, non pensate alle ideologie ( ormai sepolte) il nemico è alle porte, anzi è già sull'uscio, e questo si chiama Montismo. Se volete tappatevi il naso e pensate solo a questo, la possibilità è solo una.
Foto: Annichilire Monti e i Montiani
Questa deve essere la parola d'ordine. Cari amici e lettori,  il maestrino Monti,scopre le carte e attacca le parti sociali. Forte del Gran Casinò delle  borse internazionali ( non si dice,appunto, giocare in Borsa?) punta l'accento verso chi difende il lavoro, la sanità, la scuola e la piccola e media imprenditoria.  Caronte  ha tuonato : Guai a voi anime prave, non isperate giammai veder lo cielo...!
Cari amici e lettori, la partita si fa pesante; l'intenzione del maestrino è già stata dichiarata: affossare la sanità pubblica, mortificare la nostra economia e togliere ogni speranza ai nostri figli.  Cari lettori dovete sapere che il mestrino ( già consulente  del corrotto ex Ministro DC  Paolo Cirino  Pomicino - Tangenti Enimont e fondi neri ENI), in qualità di  Presidente della Bocconi ha gestito tutta la ideologia culturale del nuovo assetto aziendale della Sanità ( DRG, pazienti divenuti clienti, dimissioni precoci e liste d'attesa). Questa  sanità che, oggi, Lui dice di voler  combattere perchè corrotta e costosa. Questo individuo e ciò che lui rappresenta si deve considerare  alla stregua di un pericolo sociale. Fate uno sforzo , mettete da parte  i sentimenti  d'appartenenza e puntate all'obbiettivo. Dare un voto alle prossime elezione che definisca un segnale forte a queste lobby è vitale... Annichilire il Montismo e i partiti che lo sostengono. Considerato che il Partito Democratico  sarà il prossimo partito di maggioranza è necessario che non cada nel ricatto del montismo. Attenzione al voto del Senato, convergere i voti sul PD. Sarà bene accetto, alla Camera il voto di dissenso. Non fate errori, non pensate alle ideologie ( ormai sepolte) il nemico è alle porte, anzi è già sull'uscio, e questo si chiama Montismo. Se volete tappatevi il naso  e pensate solo a questo, la possibilità è solo una.

6 giugno 2012

Pericolo in vista

Lilly Gruber, montiana di ferro, ospita in trasmissione Emma Bonino con un sottotitolo: Emma for President. Da tempo  circola questa possibilità, che la Emma possa aspirare al Colle. Pericolo in vista! La Bonino, veterana  radicale, da qualche tempo, dopo aver sostenuto Berlusconi e pasticciato con il suo segretario di partito Capezzone(!!) si è defilata ed è entrata a far parte della Trilateral Commission ( Rokfeller bank, Clinton, Fiat, Monti .... e udite udite ...Henry Kissinger). Il tentativo è quello di spararla al Quirinale e nello stesso tempo avere la carta di scorta nella persona di Mario Monti. Insomma la trilateral Commission, non solo è al Governo del nostro Paese  ma siederà anche sul seggio della Presidenza della Repubblica. Queste sono le dittature finaziarie soft del  nostro millennio.
Oggi è morto l'autore di " Fahrenhait 451", romanzo  di fantascienza, si fa per dire, dove furono messi al bando ed al rogo i libri da una organizzazione che controllava  e governava il mondo.. Date uno sguardo ai nostri giovani e alla nostra scuola e meditate .. meditate.

3 giugno 2012

Sviluppo e Diritti Umani

L'8 maggio 2012 il governo del Vermont (USA) ha adottato un regolamento per l'introduzione di un indicatore di progresso reale per sostituire il PIL come parametro chiave di macro-economica delle politiche. Ecco un estratto da art. 113 del nuovo disegno di legge:

     Il GPI è una stima dei contributi netti di attività economica per la prosperità benessere e lungo termine dei cittadini del nostro Stato, calcolata attraverso adeguamenti stato prodotto interno lordo che rappresentano gli attributi economici, ambientali e sociali positivi e negativi dello sviluppo economico.

     ... E 'l'intento della assemblea generale che, una volta stabilita e collaudata, il GPI aiuterà governo dello Stato nel processo decisionale, fornendo una base supplementare per le decisioni di bilancio, tra cui esiti-based budgeting; misurando i progressi nell'applicazione delle politiche e dei programmi e, fungendo da strumento per individuare le priorità di politica pubblica, comprese altre misure come i diritti umani
.


per  vedere il  sito originale Su GlobalReboot

Con questo parametro la CINA sarebbe in fondo alla classifica, e non andrebbe certo emulata come vogliono i criminali del Fondo Monetario Internazionale, Cristine Lagarde in testa.


6 aprile 2012

Lo spettacolo deve continuare.

Che le epoche storiche durino in media venti anni è cosa nota. La corruzione dilaga nella Lega e si conclude la parabola della seconda Repubblica. La caduta della Lega rappresenta la reale conclusione di un periodo che non ha risolto la questione di tangentopoli ma al contrario la inasprita e segnata da una sottocultura che il nostro Paese non ha mai conosciuto prima. La perdita del linguaggio, della dialettica, del retaggio, della conoscenza dei fatti storici, e la  comunicazione demenziale hanno fatto il resto. Che il nostro Stato crollasse  fra gossip  di zoccole, crimine organizzato e feudatari di partito che rubavano a mani basse in preda a sonnambulismo, non si era mai visto neanche al crollo dell'impero romano. La questione, è possibile, che  nei prossimi giorni dilaghi su tutto l'arco parlamentare e mi chiedo quanto un governo fantoccio, che decide della nostra vita, possa ancora essere credibile e apprezzato dalla popolazione. La stampa anglosassone di destra lamenta l'allontanamento di Monti dalla linea Tatcher e scopre il gioco, peccato che il PD l'abbia sostenuto e lo sostenga. Anche Turati ha sostenuto Mussolini per la debolezza della politica dell'epoca. In questi casi si suole dire: " si è chiuso un periodo". No! Cari lettori, qui non si  è chiuso un beneamato c.... qui lo spettacolo continua, a meno che non ci organizzi per davvero.

17 novembre 2011

O la Borsa o la Vita

Chiari, leali,determinati e tutto sommato onesti. Con questa intimazione  i briganti d'un tempo lasciavano la libera scelta al  depredato. E se la preda era una donna,  si accommiatavano con un baciamano. nessuna menzogna , nessuna perifrasi: o molli o ti elimino, e poi mi prendo tutto lo stesso. La difesa era possibile e il rischio per il predone era messo in conto.
Oggi invece ti dicono: c'è la Crisi! Ci sono problemi di sicurezza, attento perchè hai un debito che non hai mai sottoscritto ma ce l'hai a tua insaputa. Attento che se nasci, hai già un debito. Fai la scelta,  se nasci la colpa è tua Noi te lo avevano detto.
Una cosa è chiara a tutti, oggi: la determinazione dei popoli e gli accadimenti storici sono stabiliti da fatti estranei alla vita sociale. La caduta del satiro di Arcore ha reso  noto a tutti che esistono i Poteri sovranazionali forti che spravvivono creando e generando le sciagure umane. Dalle epidemie, alle guerre, all'offesa  della natura. Ora è possibile  spiegare alla gente che la verità non appare e che la comunicazione dei Governi è Menzogna. Accennare a questo, qualche mese fa, era pura follia e si faceva la fine degli untori di manzoniana  memoria. Eppure la letteratura, la filmografia, e menti accorte avevano ampiamente  comunicato a tutti quanto sarebbe accaduto. Ma il popolo non ha voluto vedere. Il fenomeno accaduto è che un gran mentitore, Berlusconi, ha reagito con un colpo di coda  ed ha fatto saltare il tavolo con tutte le carte, comunicando ai quattro venti che esiste la truffa dei mercati e delle monete. Detto da lui, che di truffe è vissuto, è pura confessione. Resta il fatto che adesso lo sa anche la casalinga di Voghera.
" E' certo che il trapasso del millennio si prospetta come una nuova fase di instabilità nella quale la Borsa e l'economia  di ciascun paese saranno le nuove frontiere contro le quali si  rivolgeranno gli attacchi di altre nazioni o di holding economiche.... ( omissis)...L'apparteneza del nostro paese al novero delle nazioni più industrializzate  e la sua adesione all'euro lo pongono in parte  al riparo da attentati troppo scoperti alla sua integrità territoriale , anche se non è da escludere che ambienti finanziari o industriali di paesi amici ( Stati Uniti, ndr) possano avere alimentato velleità secessionistiche nell'ambito di una ridistribuzione delle zone di influenza nell'Europa continentale. Peraltro, attentati alla stabilità finanziaria del nostro paese si sono già verificati ed è possibile  e prevedibile  che possano ripetersi ...". Questo veniva scritto da G. De Lutiis nel 1998 nella sua opera sulla  storia dei servizi segreti in  Italia.
Altri autori  da J. Rifkin a N. Chomsky, da J.Stiglitz a A. Negri ( Empire, Moltitudine) sino allo stesso P.P.Pasolini avevano già informato la comunità mondiale negli ultimi trenta anni, ma invano.
Avrei preferito avere un Governo di larga coalizione piuttosto che uno di  banchieri e  di sacrestani.
Spero che  la mobilitazione che è in atto in diversi stati del mondo  continui a crescere e si indirizzi verso il giusto obiettivo che risiede nella azione scellerata e criminosa delle holding finanziarie. Goldman & Sachs ha, adesso, il controllo della nostra nazione e della Grecia. Negli Stati Uniti viene comunicato, in questi giorni, che la middle class sta evaporando e dove non c'è  la classe media c'è la dittatura. Questo Governo potrebbe esser un pericolo per la sopravvivenza dei partiti politici. Prevedo che i più grandi imploderanno e questo succederà quando non riusciranno a impedire lo sconquasso sociale. Dopo la Grande Crisi , Keines risollevò gli Stati Uniti impegnando lo Stato, questi lo renderanno sterile. Questo è lo scenario e su questo comparirà, appena risolto il problema Siria, un nuovo grande conflitto: quello contro l'Iran. Noi non saremo in grado di reagire e i giochi saranno fatti.






20 ottobre 2011

Le roi est mort, vive le roi

Gheddafi è stato eliminato. Ucciso da un ragazzo di venti anni con la pistola d'oro. La storia si ripete, Ceausescu, Saddam, Milosevic (?), Mussolini. Le dittature del XX secolo si concludono nel silenzio, nessuno deve conoscere quali legami hanno mantenuto questi regimi, le connivenze con i poteri finanziari e industriali. Churchill pretese la morte di Mussolini e dopo l'eliminazione regalò il cadavere al comandante partigiano Valerio. Il silenzio sulla connivenza del primo ministro inglese e sulla sua ammirazione per il Duce era troppo scomoda per la spartizione dei poteri al tavolo della pace. Siamo lontani dall'ancien régime e dalla dittatura  napoleonica. Processi  durati anni oppure esilio.
Ma la Storia è orfana e i nostri capi bastone non raccolgono il suo insegnamento e finiscono nella polvere a coprire  le loro e le altrui malefatte.
ll nostro puttaniere  dovrebbe tremare al cospetto di tali eventi, quale potrebbe essere la sua Nemesi? Quella di essere soffocato dalla Rosa di Magritte.


29 settembre 2011

La lettera della BCE al Governo

Francoforte/Roma, 5 Agosto 2011

Caro Primo Ministro,
Il Consiglio direttivo della Banca centrale europea il 4 Agosto ha discusso la situazione nei mercati dei titoli di Stato italiani. Il Consiglio direttivo ritiene che sia necessaria un'azione pressante da parte delle autorità italiane per ristabilire la fiducia degli investitori.
Il vertice dei capi di Stato e di governo dell'area-euro del 21 luglio 2011 ha concluso che «tutti i Paesi dell'euro riaffermano solennemente la loro determinazione inflessibile a onorare in pieno la loro individuale firma sovrana e tutti i loro impegni per condizioni di bilancio sostenibili e per le riforme strutturali». Il Consiglio direttivo ritiene che l'Italia debba con urgenza rafforzare la reputazione della sua firma sovrana e il suo impegno alla sostenibilità di bilancio e alle riforme strutturali.
Il Governo italiano ha deciso di mirare al pareggio di bilancio nel 2014 e, a questo scopo, ha di recente introdotto un pacchetto di misure. Sono passi importanti, ma non sufficienti.

Nell'attuale situazione, riteniamo essenziali le seguenti misure:
1.Vediamo l'esigenza di misure significative per accrescere il potenziale di crescita. Alcune decisioni recenti prese dal Governo si muovono in questa direzione; altre misure sono in discussione con le parti sociali. Tuttavia, occorre fare di più ed è cruciale muovere in questa direzione con decisione. Le sfide principali sono l'aumento della concorrenza, particolarmente nei servizi, il miglioramento della qualità dei servizi pubblici e il ridisegno di sistemi regolatori e fiscali che siano più adatti a sostenere la competitività delle imprese e l'efficienza del mercato del lavoro.
a) È necessaria una complessiva, radicale e credibile strategia di riforme, inclusa la piena liberalizzazione dei servizi pubblici locali e dei servizi professionali. Questo dovrebbe applicarsi in particolare alla fornitura di servizi locali attraverso privatizzazioni su larga scala.
b) C'è anche l'esigenza di riformare ulteriormente il sistema di contrattazione salariale collettiva, permettendo accordi al livello d'impresa in modo da ritagliare i salari e le condizioni di lavoro alle esigenze specifiche delle aziende e rendendo questi accordi più rilevanti rispetto ad altri livelli di negoziazione. L'accordo del 28 Giugno tra le principali sigle sindacali e le associazioni industriali si muove in questa direzione.
c) Dovrebbe essere adottata una accurata revisione delle norme che regolano l'assunzione e il licenziamento dei dipendenti, stabilendo un sistema di assicurazione dalla disoccupazione e un insieme di politiche attive per il mercato del lavoro che siano in grado di facilitare la riallocazione delle risorse verso le aziende e verso i settori più competitivi.

2.Il Governo ha l'esigenza di assumere misure immediate e decise per assicurare la sostenibilità delle finanze pubbliche.
a) Ulteriori misure di correzione del bilancio sono necessarie. Riteniamo essenziale per le autorità italiane di anticipare di almeno un anno il calendario di entrata in vigore delle misure adottate nel pacchetto del luglio 2011. L'obiettivo dovrebbe essere un deficit migliore di quanto previsto fin qui nel 2011, un fabbisogno netto dell'1% nel 2012 e un bilancio in pareggio nel 2013, principalmente attraverso tagli di spesa. È possibile intervenire ulteriormente nel sistema pensionistico, rendendo più rigorosi i criteri di idoneità per le pensioni di anzianità e riportando l'età del ritiro delle donne nel settore privato rapidamente in linea con quella stabilita per il settore pubblico, così ottenendo dei risparmi già nel 2012. Inoltre, il Governo dovrebbe valutare una riduzione significativa dei costi del pubblico impiego, rafforzando le regole per il turnover (il ricambio, ndr) e, se necessario, riducendo gli stipendi.
b) Andrebbe introdotta una clausola di riduzione automatica del deficit che specifichi che qualunque scostamento dagli obiettivi di deficit sarà compensato automaticamente con tagli orizzontali sulle spese discrezionali.
c) Andrebbero messi sotto stretto controllo l'assunzione di indebitamento, anche commerciale, e le spese delle autorità regionali e locali, in linea con i principi della riforma in corso delle relazioni fiscali fra i vari livelli di governo.

Vista la gravità dell'attuale situazione sui mercati finanziari, consideriamo cruciale che tutte le azioni elencate nelle suddette sezioni 1 e 2 siano prese il prima possibile per decreto legge, seguito da ratifica parlamentare entro la fine di Settembre 2011. Sarebbe appropriata anche una riforma costituzionale che renda più stringenti le regole di bilancio.
3. Incoraggiamo inoltre il Governo a prendere immediatamente misure per garantire una revisione dell'amministrazione pubblica allo scopo di migliorare l'efficienza amministrativa e la capacità di assecondare le esigenze delle imprese. Negli organismi pubblici dovrebbe diventare sistematico l'uso di indicatori di performance (soprattutto nei sistemi sanitario, giudiziario e dell'istruzione). C'è l'esigenza di un forte impegno ad abolire o a fondere alcuni strati amministrativi intermedi (come le Province). Andrebbero rafforzate le azioni mirate a sfruttare le economie di scala nei servizi pubblici locali.
Confidiamo che il Governo assumerà le azioni appropriate.
Con la migliore considerazione,

Mario Draghi, Jean-Claude Trichet
29 settembre 2011 08:28

10 settembre 2011

Via dall'Italia



27 maggio 2011

Posso chiude' quella finestra?

Grande performance di Berlusconi al G8 degna della migliore chicca di avanspettacolo. Dopo una pausa di riflessione recita a canovaccio, crea la regia, parla con il fotografo personale e si butta su  Obama ed esterna sul suo problema con i giudici riferendo che  costoro esercitano una dittatura in Italia, Obama diplomaticamente annuisce e non risponde.
La trovata del nostro nano con i tacchi non è però originale. Monicelli nel film la Grande Guerra aveva già ideato una scena simile: Alberto Sordi , nella parte di un militare imboscato presso l'Ospedale del Celio, tenta una  piccola truffa al polentone Gassman che  vorrebbe essere riformato al reclutamento. Sordi si avvicina al superiore che seleziona la truppa e indicando con il dito la finestra dietro Gassman dice: Posso chiude' qu'a finestra  e il superiore annuisce.
 La truffa  è fatta.







giugno       
in evidenza

29 dicembre 2010 La fine dell'anno La fine dell'anno è arrivata. Il primo decennio del  XXI secolo si è concluso. Ho riascoltato i discorsi di fine anno dei nostri Presidenti della Repubblica. Qualcuno leggeva altri andavano a memoria. Gli argomenti? Disoccupazione, emigrazione, terrorismo, studenti, assassini comuni e politici.  la costanza di tali elementi  mi è ... (continua) Leggi tutto

chi sono
politicattiva
I libri per chiarelettere

I nuovi mostri
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

Italiopoli
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

prossimi appuntamenti
Tutti gli appuntamenti
archivio



Blog letto 1 volte
bacheca

Alza la testa!

Piero Ricca

I potenti italiani contestati da un gruppo di cittadini informati

Vi consiglio questo libro

Non
            voglio dimostrare niente, voglio mostrare. Federico
            Fellini





















BRICOLAGE